Katholikós

“Farò giusto?”, ti chiedi quando, da turista, entri in una moschea o in un tempio indu. “Ho la peste?”, ti domandi a Messa nel paesino di Brianza, quando tutti si girano a fissarti più severi delle loro statue. È il disagio dello straniero e dell’ospite. Quel disagio che Gesù ha voluto eliminare estendendo a noi la cittadinanza dei santi e dei familiari del Dio di Israele. Il cristianesimo è nato ‘katholikós’ cioè multietnico, multiculturale e plurilingue. Non dovremmo nemmeno conoscere il significato di straniero.

S.Tommaso apostolo Ef 2, 19-22 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Ef+2%2C19-22&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Annunci