Purché

Chiunque è per me fratello, sorella o madre. Purché non resti un chiunque e prenda un nome. Purché io la smetta di dire “ci vediamo” stando fermo. Purché io vada, senza paura né orologio, camminando dentro questa umanità così com’è, lì dove vive.

da Ataùro, Timor Est

Mt 12,46-50 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+12%2C46-50&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Annunci